L’associazione Observo Onlus porta aiuto a chi deve scegliere la propria strada, ma anche a chi vuole cambiarla. 

A chi non è capitato di prendere una decisione sbagliata e accorgersi troppo tardi dell’errore? A volte questi errori possono portare in un tunnel di sconforto in cui riecheggia soltanto la nostra voce. Come fare quindi ad uscirne da soli? Quale sollievo sapere che c’è  qualcuno a cui poter rivolgersi. Observo Onlus tende una mano, aiuta a rialzarsi e a proseguire il proprio cammino a chi si trova ad affrontare un momento di difficoltà.

Associazione Observo Onlus

La filosofia di Observo

L’associazione nasce a Roma nel 2008 dal desiderio comune di mettere le proprie competenze professionali al servizio di chi più ne ha bisogno. Circa una ventina di volontari hanno messo in piedi una vera e propria macchina in grado di venire incontro a diversi bisogni legati ai temi vicini alle categorie più in difficoltà.

L’attività di Observo Onlus si può racchiudere in 4 parole chiave “Cultura, Educazione, Formazione e Informazione”.

L’obiettivo che unisce i volontari a combattere la loro battaglia come soldati, è una visione lungimirante che va oltre il solito aiuto temporaneo. Lo scopo dei loro sforzi punta a far sì che la persona aiutata possa diventare autonoma e proseguire la propria strada contando e fidandosi di se stessa. Ma com’è possibile questo?

Associazione Observo Onlus

Ovviamente non è facile e non esiste una formula magica per indirizzare qualcuno verso la giusta direzione.

Innanzitutto bisogna andare là dove c’è il problema e ascoltare per poter comprendere. Riuscite ad immaginare la frustrazione che si prova quando vorreste sfogarvi e parlare con qualcuno, ma non c’è nessuno in grado di ascoltarvi e capirvi? Per raggiungere proprio chi non ha nessuno con cui parlare, a cui chiedere aiuto, Observo gestisce diversi sportelli d’ascolto nelle scuole e in alcune comunità del territorio.

Associazione Observo Onlus sportello d'ascolto

I giovani e Observo

Proprio perché i giovani sono il futuro del paese, dalle scuole partono i primi interventi. C’è la necessità di formare le future generazioni ad affrontare il mondo del lavoro, ma anche prepararli alla società civile. L’associazione difatti partecipa attivamente a progetti di alternanza scuola/lavoro in alcuni istituti tecnici superiori e licei, favorendo l’orientamento dei giovani verso la valorizzazione delle loro vocazioni professionali.

Associazione Observo Onlus giovani

Per Observo non c’è solo il lavoro al centro delle preoccupazioni “giovanili”, ma anche la dispersione scolastica è un punto centrale di interesse. Demotivazione, insuccessi scolastici possono indurre i ragazzi ad abbandonare gli studi rendendo così più difficile entrare nel mondo del lavoro. Il rischio é quello che possano finire in un limbo di lavoretti saltuari, sussidi statali o molto peggio cadere nell’illegalità.

Associazione Observo Onlus giovani

L’associazione impegna molte energie nel realizzare progetti formativi con scuole di ogni ordine e grado, sia cooperando con gli insegnanti degli istituti, sia favorendo l’ampliamento del tempo di fruizione dei servizi scolastici e degli spazi di apprendimento.

I loro progetti sono un’occasione per gli studenti, che hanno con Observo un aiuto in più nella loro formazione scolastica, culturale e lavorativa. Negli anni, sono stati organizzati diversi concorsi letterari, momenti d’apprendimento con lezioni di educazione civica con lettura della costituzione, attività culturali formative come corsi di teatro ed eventi a tema.

Associazione Observo Onlus giovani

E se non si è proprio più così giovani? 

Observo e il mondo degli adulti

Spesso chi si trova in contesto di disagio fatica a trovare soluzioni per migliorare la propria situazione e ad una certa età sembra tutto più difficile. Ci si rimprovera per le scelte errate fatte in passato e il futuro sembra un invalicabile muro grigio. Anche l’orgoglio a volte ci mette lo zampino e il chiedere aiuto ci fa sentire ancora più deboli. Uscire da questo vortice di negatività è davvero difficile, soprattutto se non si ha la minima idea di cosa fare. 

Bisogna provare ad uscire dalla propria comfort-zone e mettersi in gioco, provare a reinventarsi. Ricordate le parole che riassumono l’attività di Observo? 

Associazione Observo Onlus legalità

“Cultura, Educazione, Formazione e Informazione”

Il credo dell’associazione non è focalizzato esclusivamente sugli studenti e l’offerta formativa dedicata ai “non più giovanissimi” è molto ampia. Observo partecipa al progetto EDA (Educazione Degli Adulti) che spazia nella sua offerta dall’alfabetizzazione al conseguimento della licenza di scuola media. Inoltre realizza percorsi formativi specializzati in diversi ambiti e con esperti vengono organizzati seminari, workshop e corsi di formazione. Tutte ottime carte da giocare per migliorare le proprie competenze e individuare strade alternative che magari non si pensava esistessero.

Associazione Observo Onlus legalità

Observo e la lotta contro il sovraindebitamento e l’usura

Il 2020 è stato un anno estremamente particolare, la minaccia del Covid-19 ha costretto a modificare gli stili di vita e molte realtà sono peggiorate. Si è assistito a scene che non si dimenticheranno facilmente e l’economia del paese ha subito un grande rallentamento. A pagarne le conseguenze saranno tutti, ma l’ampliamento delle disuguaglianze e l’impoverimento delle classi sociali già deboli hanno avuto un’accelerata notevole.

Observo guarda con grande preoccupazione al pericolo del sovraindebitamento e al ricorso all’usura di chi adesso si trova con problemi di liquidità (imprenditori, professionisti, esercenti..). Problemi che sono presenti nel nostro paese da tempo, ma che hanno ricevuto un’ulteriore spinta dalla situazione generata dal lockdown. Non sono certo nuove le storie di aziende costrette a chiudere o costrette a cedere le proprie attività alla malavita.

Associazione Observo Onlus legalità

La lotta contro l’usura è una battaglia che combatte appunto Observo. Si punta sulla prevenzione e sull’educazione nelle scuole. Ancora una volta si pensa ai giovani, ai ragazzi. Informarli sui pericoli del mondo dell’usura é fondamentalmente. Come fare ad educarli a non cadere nel tranello degli usurari? Bisogna muoversi per tempo e puntare ad insegnare loro l’importanza dell’uso del denaro e il rispetto per il lavoro necessario a procurarselo. 

Observo non trascura però i cittadini della terza età e organizza delle lezioni “anti-truffa” nei centri anziani per metterli in guardia dai pericoli di frode che sono in continua mutazione di pari passo con l’evoluzione tecnologica.

Prevenire è sicuramente meglio che curare, ma se una persona purtroppo si trovasse già affetta dalla ”malattia” dell’usura? 

Anche partendo dal presupposto che lo stato è ovviamente dalla parte del più debole, muoversi tra le numerose normative e leggi del sistema italiano è davvero arduo e capire come meglio agire per uscire dal tunnel dell’usura non è semplice. I volontari della Onlus, oltre a pubblicare informazioni utili sul loro sito, hanno istituito uno sportello d’ascolto specializzato in sovraindebitamento e usura aperto a tutti. A questi sportelli ci si può rivolgere per aver informazioni e poter districare la matassa di leggi in cui potersi muovere. 

Observo non si è mai fermata durante il lockdown

Il periodo di lockdown ha sicuramente lasciato segni negativi nella nostra società: in molti hanno definitivamente mostrato al mondo il loro egoismo, assaltando supermercati, rifiutandosi di indossare la mascherina… ma nello stesso momento parte della popolazione ha preferito mettersi al servizio degli altri, mostrando la parte migliore della nostra società. 

Nei mesi di chiusura, in collaborazione con il municipio, la non profit ha contribuito alla raccolta di viveri destinati alle fasce più in difficoltà offrendo anche delle consulenze per quanti necessitavano in relazione alle loro difficoltà personali. 

Molte persone si sono ritrovate a vivere totalmente isolate per settimane, senza vedere amici o familiari, soffrendo di solitudine. Per questo lo sportello d’ascolto creato da Observo non ha mai smesso d’essere attivo per tutta la durata dell’isolamento e grazie a videochiamate tramite Skype i volontari hanno offerto colloqui di supporto a chi ne aveva bisogno.

Ringraziando i volontari di Observo per il loro impegno costante, vi invitiamo a visitare il sito dell’associazione dove è possibile visionare nel dettaglio tutti i loro progetti (sono tantissimi!), comprendere al meglio la loro filosofia e soprattutto effettuare una donazione volontaria.

Hai una non profit e vuoi raccontarci la sua storia?