Cosa c’entra il Fundraising con il mondo gaming?

Intanto teniamo presente che i numeri del mercato del gaming sono impressionanti, immaginate il mercato musica sommato a quello del cinema, tanta roba diranno i più, eppure insieme non arrivano a fare ciò che da solo esprime il mercato gaming.

Ora, lasciamo da parte i fatturati e pensiamo agli utenti: tanti giochi venduti corrispondono normalmente a tanti utenti per lo più attivi ogni giorno che si appassionano del gioco, ne diventano fan e stringono con esso una relazione continuativa importante.

Perché dunque non sfruttare l’opportunità di inserirsi in questa relazione per raccogliere fondi destinati a sostenere associazioni non profit o progetti specifici delle stesse?

Ci ha pensato Blizzard Entertainment, colosso americano leader nella produzione di videogiochi dal 1991 e che nel 2017 fra tutti i suoi giochi, conta 407 milioni di “Monthly Active Users (MAUs)B” i cosiddetti utenti attivi per mese.

Blizzard ha stretto un accordo con BCRF, Breast Cancer Research Foundation, mettendo a disposizione una Skin per Mercy, uno dei personaggi di Overwatch, gioco che a fine 2017 contava 30 milioni di utenti attivi.

Perchè Mercy?

Il compito principale di Mercy è quello di aiutare i compagni di squadra, curandoli quando ne hanno bisogno, chi meglio di lei poteva dunque essere testimonial e al tempo stesso il mezzo con cui aiutare un’associazione che si occupa di ricerca per sconfiggere il cancro al seno?

Ecco che nasce la Skin Mercy Rosa, disponibile per l’acquisto a meno di 15 dollari in tutto il mondo dall’8 al 21 maggio ma non è tutto, la campagna prevede altre forme di aiuto, Blizzard ha anche creato una maglietta di beneficenza in edizione limitata di Mercy Rosa, rilasciato una collezione unica di spray e icone di Mercy Rosa che si possono ottenere come Twitch Drop, e radunato una squadra epica di creatori di contenuti di Overwatch per degli streaming a sostegno della causa.

Queste ultime modalità prevedono l’utilizzo di Twitch, la piattaforma di livestreaming acquistata da Amazon nel 2014 per 960 milioni di dollari, verticale prevalentemente nel settore video giochi e  leader di settore nelle trasmissioni di eventi e competizioni eSports.

Nel primo trimestre 2018 Twitch.tv conta 15 milioni di utenti attivi al giorno e circa un milione di utenti online a qualsiasi ora, più delle reti televisive statunitensi CNN ed ESPN.

Dunque, gli utenti ci sono, mezzi e strumenti pure, chi vuole fare la prossima mossa per raccogliere fondi attraverso il gaming? Se anche tu vuoi portare innovazione nel settore fundraising,  chiedimi informazioni qui > 

Buon Digital Fundraising!

Claudio Mondelli